mercoledì 30 novembre 2016

WWW... Wednesday! (30.11.2016, #29)

Ciao a tutti! <3
Nuovo mercoledì, nuovo WWW tutto per voi (e come al solito sono di fretta, quindi bene cominciare subito ;))! Prima, però, vorrei dirvi che ho postato la recensione di Dreamology di Lucy Keating (la trovate QUI). Detto questo, partiamo! ;)



1. What did you recently finish reading (Cosa hai finito di leggere recentemente)?


Prima lettura conclusa della settimana è stata La mia signora di Karen Waves, di cui ho fatto la videorecensione sul canale, che trovate QUI. Una novella storica davvero niente male *^*. Consigliatissima!
Come consigliatissimo è anche il libro che ho finito giusto ieri mattina, Non mentire al mio cuore di Leisa Rayven, di cui trovate la recensione QUI. Ho amato questa storia come non so cosa *^*. La rileggerei sicuramente altre mille e mille volte perché... LA COPPIA E' BELLISSIMA E LA STORIA E' BELLISSIMA (e io sclero male, ma shhh - prima o poi farò causa alla Rayven per gli sbalzi psicofisici che i suoi romanzi mi procurano, sisi u.u).



2. What are you currently reading (Cosa stai leggendo al momento)?


Attualmente, sto leggendo Lonely souls - Le streghe di New Orleans di Andrea Romanato, di cui l'autore mi ha gentilmente fornito una copia digitale. Ecco... Purtroppo non mi sta piacendo per niente. Le cose che accadono hanno poco senso e, benché sia un urban fantasy, è tutto TROPPO irreale. Persino i personaggi mi lasciano molto a desiderare :/.



3. What do you think you'll read next (Cosa pensi di leggere dopo)?


Siccome per la sottoscritta è iniziato il periodo di studio matto e disperatissimo a causa degli esami che a breve (e alcuni a brevissimo) dovrò sostenere, non ho la benché minima idea di quale libro cominciare in seguito! Vedremo di settimana in settimana, ahahah ;).



E anche per oggi, la sottoscritta vi saluta qui! Fatemi sapere che cosa ne pensate dei libri menzionati: se li avete letti, cosa vi è rimasto ;).
A presto; grazie di tutto! <3
Un bacione, Letizia <3

martedì 29 novembre 2016

Recensione serie "Starcrossed" di Leisa Rayven (parte 2)

Ciao a tutti! <3
Anche questa volta, eccomi qui a parlarvi dell'ultimo libro che ho concluso giusto questa mattina sul treno, di ritorno dall'università (che cosa bella è avere quasi un'ora all'andata ed una al ritorno per leggere *^*). E' il terzo della serie Starcrossed, ma siccome è un autoconclusivo, ho preferito farne una recensione a parte ;) (parlando di recensioni, giusto poco fa ho pubblicato sul canale YouTube la recensione de La mia signora di Karen Waves, che trovate QUI - buona visione e buona lettura! <3).


Titolo: Non mentire al mio cuore
Autore: Leisa Rayven
Editore: Fabbri
Prezzo: €15,90

Trama: Dopo più di sei anni, Elissa soffre ancora per il suo ultimo amore, Liam: biondo, bello e statuario come un dio greco. E dimenticarlo sembra proprio impossibile, visto che lui nel frattempo è diventato una star del cinema e, con la sua nuova fiamma Angel, forma la coppia più hot e fotografata del momento, per la quale il mondo intero è letteralmente impazzito.
Il destino ha però deciso di farli rincontrare. La coppia di attori, infatti, è stata scritturata in un teatro di Broadway per La bisbetica domata di Shakespeare... ed Elissa è la direttrice di scena dello spettacolo. A Elissa e Liam basta il primo incontro per capire che la fiamma tra loro si è riaccesa, anzi, che non si è mai spenta. Elissa è incredibilmente sexy e brillante, così tanto che presto starle accanto diventa per Liam un'eccitante e seducente tortura. Lei infatti cerca in ogni modo di evitarlo e sfuggirgli. Un po' per etica professionale, ma soprattutto perché le ha lasciato ferite che non si sono rimarginate: Liam l'ha abbandonata da un giorno all'altro, sparendo dalla sua vita senza nemmeno una parola. Resistere all'attrazione, però, diventa sempre più difficile, finché una notte accade l'inevitabile. Ma se ti chiami Liam Quinn e sei una star di fama mondiale, le conseguenze delle tue azioni hanno sempre un prezzo altissimo. E travolgono chiunque ti stia vicino.
E poi Elissa può davvero fidarsi di un ragazzo sempre sotto i riflettori, che l'ha abbandonata per la carriera e sta per sposarsi con una diva bellissima, della quale tutti credono sia follemente innamorato? Per sua fortuna, a Hollywood, nulla è mai come sembra...

Recensione: Un aggettivo per questo romanzo? Emozionante, soprattutto per il fatto che mi ha letteralmente toccata in primissima persona. Ma meglio se parliamo del libro e non delle mie sventure sentimentali ;).
Partendo dalla trama, devo ammettere che è molto semplice e lineare, nel senso che ciò che accade si è visto spesso in altri romance. Ma non è una critica, tutt'altro: benché ciò che succede non sia poi così originale, anzi molto semplice e (in alcuni punti) quasi completamente prevedibile, è il come la scrittrice ha narrato il tutto che ha reso questa storia davvero bella *^*. Anche se devo ammettere che, ogni tanto, adoro leggere storie che somigliano ad una favola, con un bel lieto fine che fa sospirare ed emozionare, proprio come mi è successo nel leggere questo romanzo *^*.
Lo stile della Rayven si conferma anche questa volta uno dei punti forti del libro (e della scrittrice stessa ;)): frizzante, divertente, semplice, capace di dosare ogni emozione, ogni sensazione, ogni azione al punto giusto, senza mai strafare; uno stile in grado di catturare il lettore dalla prima all'ultima pagina, facendogli costantemente venire la voglia di sapere come andranno a finire le cose tra i vari personaggi e il perché di alcune azioni che compiono e parole che dicono
Come anche i protagonisti che... Beh, questa volta mi hanno davvero fatto vivere una favola ad occhi aperti!
Tutto è filtrato dal punto di vista di Elissa (la storia è scritta in prima persona). Ed ogni cosa che accade la si vive dagli occhi di una ragazza dal cuore spezzato, stanca di incontrare uomini che, dopo poco, la lasciano sempre per un'altra; stanca di sentirsi sola; desiderosa di vedersi completa, di sentirsi amata, a casa, in un posto dove può star tranquilla di non venir più ferita, da niente o nessuno. Poi, all'improvviso, ogni suo desiderio si esaudisce quando incontra Liam Quinn, di qualche anno più grande di lei. Basta una notte, e tra loro sboccia qualcosa che nessuno dei due ha mai provato prima: un sentimento che non riescono a reprimere, talmente potente da lasciarli senza fiato perché ha volte fa male, così radicato in ogni loro cellula. Un sentimento con cui Elissa, anche se non lo vorrebbe, si gioca il cuore, perdendolo. Perché presto perde Liam. E benché passino anni prima che i due si incontrino di nuovo, la nostra giovane donna non riesce a dimenticare cosa è successo, né a cancellare che cosa prova per quell'attore che le ha sconvolto letteralmente la vita. Un attore con cui si ritrova a vivere quella favola che tutti sognano (state tranquilli, non ho alcuna intenzione di spoilerarvi il finale! ;)).
Io... Credo fermamente che Elissa sia uno dei personaggi più coraggiosi, forti e tenaci che abbia mai incontrato nella mia carriera di lettrice: spera, anche se non vuole ammetterlo con se stessa, che l'uomo che ama con tutta se stessa un giorno stia con lei, e che con lei costruisca qualcosa di duraturo. E questa speranza, questo piccolo sogno che tiene ancorato al cuore, è ciò che più mi ha colpito. Perché io sono esattamente come lei, sotto molti punti di vista. E mi sono ritrovata in molte emozioni che Elissa ha vissuto durante la storia. In un certo senso, leggere questo libro è stato come leggere di me. E la cosa mi è piaciuta davvero tantissimo.
Perché la storia di Elissa è una storia di una ragazza come tante, che si innamora, che sogna e che spera in un futuro con una persona speciale al proprio fianco, che attraversa delusioni e che vuole proteggere il proprio cuore rimasto infranto troppe volte. Una storia simile a quelle di cui si sente parlare costantemente: persone che si innamorano, che non sono corrisposte, che si ritrovano nel petto un cuore spezzato accompagnato dalla paura di farsi nuovamente male. Persone comuni che, almeno una volta nella vita, vorrebbero vivere una favola.
E anche se so che, nella realtà, è impossibile pretendere che un rapporto di una coppia vada costantemente a gonfie vele, questa storia da favola mi ha conquistata. E' solo che... Ogni tanto ho bisogno di sognare un po'. E questo libro mi ha aiutata parecchio.
L'unica cosa che mi ha lasciato un pochino l'amaro in bocca è stato il fatto che il personaggio di Liam, a mio parere, non è stato analizzato nel modo migliore. Si nota che tiene moltissimo ad Elissa, che la ama più di qualsiasi altra cosa al mondo. Però... Mi è sembrato un pochino piatto, ma non moltissimo.
Altro aspetto che ho apprezzato moltissimo (poi giuro che finisco ;)), invece, è stato sicuramente l'attenzione che l'autrice ha posto sul fatto che sognare, sperare in qualcosa che potrebbe renderci felici non è mai una scelta sbagliata. Sbagliato è soltanto l'approccio, non la speranza in sé. E siccome la sottoscritta è una che di speranza vive, non può che trovarsi completamente d'accordo.
Per il resto, penso di aver amato questa storia come poche in questo novembre ormai giunto alla fine.
Viva le storie che ogni tanto riescono a far vedere cuoricini rosa svolazzanti (come è successo a me, ahahah ;D).

Voto:

Anche oggi la recensione si conclude qui :). Spero di avervi messo una piccolissima pulce nell'orecchio, perché questo libro merita tantissimo!!! *^*
Adesso scappo, ci sentiamo presto! <3
Un bacione, Letizia <3

domenica 27 novembre 2016

Recensione libro "Dreamology" di Lucy Keating

Ciao a tutti! <3
Come promesso, oggi eccomi qui a parlarvi di questo romanzo che ho finito pochi giorni fa. Un romanzo che è davvero una chicca *^*. Ma è meglio che continuiate a leggere, per capire davvero di che cosa sto parlando ;) (benché la recensione di oggi sia davvero breve, per il semplice fatto che il libro non è lungo).


Titolo: Dreamology
Autore: Lucy Keating
Editore: Newton Compton Editori
Prezzo: €9,90

Trama: Per quanto Alice possa riuscire a ricordare, Max è sempre stato parte integrante dei suoi sogni. Insieme hanno girato il mondo, vissuto esperienze straordinarie e si sono innamorati alla follia. Max è il ragazzo perfetto... Peccato che non sia reale. Perché Max non esiste. O almeno, così ha sempre pensato Alice. Fin quando non entra nella sua nuova classe, il primo giorno di scuola, e... non riesce a credere ai suoi occhi: Max è lì, davanti a lei, in carne e ossa. Ben presto, però, Alice dovrà fare i conti col fatto che il Max reale è molto diverso dal Max dei sogni. Il Max reale è testardo e problematico, ha una vita complicata e intensa, di cui Alice non fa parte, nonché una ragazza, Celeste. Anche il loro incontro e il loro rapporto non sono così perfetti come Alice aveva sperato. Quando si è vissuto un amore da sogno, ci si potrà mai accontentare della realtà?

Recensione: Un aggettivo per descrivere questa storia? Originale, sotto ogni punto di vista.
Originale per la trama. Insomma, nei libri non si sente poi così spesso parlare di sogni che, quasi letteralmente, diventano reali (e giuro che ho apprezzato tantissimo questa cosina che, da leggere, è davvero carinissima!). Una trama che, ad ogni pagina, porta sempre nuove sorprese, nuovi sviluppi, nuove domande e risposte. Una trama che cattura gentilmente dalla prima pagina per condurre il lettore per mano fino alla fine, senza risparmiare risate, sospiri preoccupati e arrabbiature verso i personaggi (in alcuni casi, ahahah ;)).
Originale nello stile: particolare, frizzante e veramente molto allegro *^*. Uno stile che, nonostante alcuni momenti critici della storia, riesce sempre e in ogni caso a strappare un sorriso. Uno stile semplice, scorrevole, che cattura e incuriosisce, proprio come la trama ;).
Originale anche nella costruzione nel personaggio di Alice, dal cui punto di vista si conosce ciò che succede (dato che la storia è scritta in prima persona).
Alice è infatti, secondo me, uno dei ritratti più realistici di una ragazza come le altre che pensa costantemente al ragazzo che le piace, benché il modo in cui le cose accadono è tutto meno che normale. Ha sogni e speranze comuni a molti ragazzi della sua età (se non ricordo male, la nostra fantastica protagonista ha tra i sedici e i diciotto anni) e, come i suoi coetanei, non ha ancora un'idea chiara di ciò che vorrebbe fare o, per meglio dire, del suo futuro. Man mano che si procede con la storia, si nota molto bene la crescita che lei (e che anche Max) compie: dal basare unicamente le sue giornate unicamente sui sogni in cui si incontra col suo Max (il Max dell'illusione), piano piano (grazie anche e soprattutto al Max reale) comincia a capire che la vita è fatta di altro: delle persone che si amano, delle amicizie che si costruiscono, dei sentimenti veri e non nati da ciò che la propria mente produce durante il sonno, dei progetti concreti che si cerca di attuare con tutti se stessi.
Quella di Alice è, secondo me, è una crescita che aiuta a riflettere, che aiuta a capire l'importanza di vivere la vita vera fino alla fine, cercando di non rifugiarsi nei sogni per evitare di stare male a causa di ciò che nel mondo reale potrebbe ferire. Una storia semplice, che strappa un sorriso, che rilassa il cuore e la testa e che fa ricordare al lettore che, nonostante tutto, c'è sempre un modo per affrontare le difficoltà, le incomprensioni, le proprie paure e i propri dubbi.
Ed è questo il centro del libro, il tema portante: il capire cosa sia davvero importante, il capire per cosa si voglia davvero vivere e cosa si voglia seguire per stare bene e crescere, seguendo il proprio ritmo :).
E benché questa storia sia quasi completamente surreale, è stata davvero una lettura piacevole che, come spesso mi ritrovo a dire in quest'ultimo periodo, rileggerei davvero più che volentieri (se soltanto avessi tempo e meno libri che aspettano ancora di essere letti, ahahah ;)).

Voto:

E anche per oggi concludo qui :D. Spero davvero che la recensione vi abbia incuriosito!
Sappiate che questa piccola chicca di libro è più che consigliata, se cercate una storia semplice, ma frizzante, accattivante e veloce da leggere ;).
Ci sentiamo presto; grazie di tutto! <3
Un bacione, Letizia <3

mercoledì 23 novembre 2016

WWW... Wednesday! (23.11.2016, #28)

Ciao a tutti! <3
Ebbene, anche oggi eccoci ritrovati a questa rubrica che a me piace sempre tantissimo *^*. Quindi, siccome ho un mucchio di cose da fare più tardi, sarà meglio se partiamo subito a rispondere alle domande ;).



1. What did you recently finish reading (Cosa hai finito di leggere recentemente)?


Giusto sabato ho finito Le confessioni del cuore di Colleen Hoover, di cui ho postato la recensione ieri e ve la lascio QUI. Poco fa, invece, ho finito Dreamology di Lucy Keating, che mi è piaciuto molto e di cui spero (se ho tempo) di poter postare la recensione presto *^*.



2. What are you currently reading (Cosa stai leggendo al momento)?


Giusto lunedì ho cominciato la novella storica La mia signora di Karen Waves, di cui l'autrice mi ha gentilmente fornito una copia per recensirla sul canale YouTube. Per ora mi sta piacendo davvero parecchio, poi vediamo come andranno le cose ;).



3. What do you think you'll read next (Cosa pensi di leggere dopo)?


Dopo, credo proprio che leggerò Lonely souls - Le streghe di New Orleans di Andrea Romanato, di cui l'autore mi ha gentilmente fornito una copia per una recensione che arriverà il prima possibile :).



E anche per oggi, il post si conclude qui ;). Spero di avervi incuriosito con qualche titolo ;). E, se avete letto qualcuno dei libri menzionati oggi, che cosa ne pensate? Fatemi sapere, ci conto! A presto! <3
Un bacione, Letizia <3

martedì 22 novembre 2016

Recensione libro "Le confessioni del cuore" di Colleen Hoover

Ciao a tutti! <3
Come state? Spero bene ;). Come spero anche che la scuola (medie, superiori, uni) vada bene ;) (della serie che la sottoscritta è sommersa di roba da fare ma shhh u.u). Comunque...
Ebbene sì, sono qui a recensire questo libro finito di leggere sabato pomeriggio. Un libro che... Beh, meglio se andate alla recensione che segue, così capirete cosa intendo ;).


Titolo: Le confessioni del cuore
Autore: Colleen Hoover
Editore: Leggereditore
Prezzo: €14,90

Trama: A soli vent'anni, Auburrn Reed ha già dovuto dire troppo addii ed è convinta di aver perduto tutto ciò che conta nella vita. Mentre cerca di ricostruire un destino che sembra sfuggirle tra le mani, decide che non potrà permettersi di cedere a errori e debolezze, tantomeno in amore.
Quando mette piede nello studio d'arte di Owen Gentry, qualcosa d'inatteso scombussola i suoi piani: Auburn viene travolta da un'attrazione profonda che non avrebbe mai immaginato di provare. Forse, la vita le sta regalando la possibilità di lasciarsi andare e ascoltare il cuore, e per la prima volta lei decide di correre il rischio, assecondando i propri sentimenti.
Ma Owen, affascinante ed enigmatico, sta nascondendo qualcosa. Ci sono segreti sepolti nel suo passato, segreti che è meglio non escano allo scoperto. Nonostante lui sappia che l'unico modo per non perdere Auburn sia condividere con lei ogni aspetto della sua vita, è consapevole che la verità, come l'arte, si presta a interpretazioni contrastanti, e una confessione, talvolta, può ferire più di una bugia...

Recensione: Ad essere sincera, provo dei sentimenti contrastanti verso questo romanzo, anche se sicuramente più positivi che negativi u.u, quindi non preoccupatevi ;).
Comunque, partiamo e vediamo di fare un bel lavoro u.u
Partendo dallo stile, devo ammettere che in alcuni punti (all'inizio soprattutto) l'ho trovato un po' faticoso da seguire, specialmente per il fatto che non riuscivo a immergermi nella lettura: lo stile non riusciva a catturarmi, ad incuriosirmi.
Come, sempre all'inizio, neppure la trama riusciva a farlo: mi sembrava piatta, priva di qualcosa che potesse sembrare interessante. Trama che, però, si è poi rivelata ricca di colpi di scena e di forti emozioni che, in sintesi, mi hanno fatta completamente andare in brodo i giuggiole *^*.
Neppure all'inizio i due protagonisti riuscivano a catturare la mia attenzione. All'inizio credevo seriamente che nessuno dei due avesse un minimo di spina dorsale. Poi però ho continuato a leggere e, alla fine, ho cambiato idea quasi su tutto, ahahah ;).
Perché, pian piano, sono riuscita ad entrare nello stile della Hoover, ad apprezzare di più la trama (soprattutto grazie alle tematiche delicate che ha trattato - una in particolare di cui voglio parlare in seguito) e a capire i personaggi.
Personaggi che, grazie al fatto che ogni capitolo alterna i loro pov, si conoscono bene, in profondità: ad ogni pagina, capiamo meglio il perché di determinate scelte che hanno fatto e di determinate parole che hanno detto; capiamo cosa si cela nel loro passato, i segreti ed i pesi che si portano dentro da anni e che li hanno fatti diventare le persone che sono adesso.
Benché sia un New Adult (dato che i personaggi hanno tra i venti ed i ventidue anni circa), non è come gli altri che ho letto (GRAZIE AL CIELO - SI SENTONO I CORI ANGELICI CANTARE "ALLELUIA"). Perché, semplicemente, i personaggi non seguono minimamente gli stereotipi del genere dei NA (e la sottoscritta ne è davvero molto, molto, molto felice *^*).
Auburn, infatti, benché sia una ragazza davvero semplice, la classica "brava ragazza", ha un temperamento forte e temerario. E' una persona che, dopo aver dovuto rinunciare a tante, troppe cose, alla fine si è decisa a dire "Basta", a mettere un punto al dolore e al senso di sconfitta che l'avevano resa insicura, abbassandole disastrosamente l'autostima, per tornare ad essere felice davvero, senza dover rinunciare a niente. E tutto questo le accade quando Owne, all'improvviso, entra nella sua vita, come un uragano, cambiando tutte le carte in tavola.
Owen che, grazie al cielo, non è il classico "bad boy", tutt'altro. E' un giovane uomo che, a causa di un qualcosa più grande di lui, è dovuto crescere da solo troppo in fretta, in parte incolpandosi, in parte cercando di non lasciare che il peso dei suoi segreti lo schiacciasse, in parte sperando di trovare qualcuno che valesse la pena di proteggere. E lui lo trova quel qualcuno: lo trova in Auburn, nella sua timidezza e nella sua forza, che il nostro bel ragazzo apprezza ed ammira ad ogni istante. Auburn, fin da subito, diventa la cosa più importante di tutte. Per questo Owen all'inizio mente, nasconde alcune verità che, invece, avrebbero dovuto vedere la luce fin dall'inizio (proprio come ha fatto Auburn).
Il rapporto tra i nostri due giovini è come un gambero, soprattutto all'inizio: non appena i due fanno un passo avanti, i segreti e le bugie che si portano dietro e che vengono a galla li fanno prima allontanare, per poi farli tornare più uniti di prima.
Perché i sentimenti che legano Auburn e Owen sono potenti, sono forti, talmente intensi da lasciare senza parole, senza fiato; talmente belli e puri e veri da lasciare nel cuore del lettore (o almeno, al mio è successo così) un senso di pace, di benessere e tranquillità che poche volte si riesce a trovare leggendo un libro.
L'unica cosa che mi ha fatto storcere il naso (ma solo di poco), oltre alla confusione iniziale che non mi aiutava ad apprezzare il libro (secondo me, all'inizio era come se la Hoover non avesse la benché minima idea di che cosa scrivere, e dopo, all'improvviso, le si fosse accesa la lampadina in testa), è stata la velocità con cui è nato il rapporto tra Auburn e Owen. Un rapporto bellissimo e invidiabile (soprattutto per alcune cosine dolciose e bellissime che mi hanno fatto diventare gli occhi a cuoricino *^*) ma che, secondo me, si è sviluppato in pochissimo tempo :/.
Detto questo, nonostante la velocità, devo ammettere che ho apprezzato moltissimo questo romanzo. Non soltanto per la crescita che i nostri due protagonisti, grazie all'altro, riescono a fare. L'ho apprezzato soprattutto per uno dei temi che ha trattato: l'autostima, ed il rapporto che le persone hanno con la propria.
Questa cosa dell'autostima la si nota moltissimo grazie al personaggio di Auburn che, a causa di ciò che si ritrova a vivere a causa di forze maggiori, si sente più debole ed impotente di quanto in realtà non sia. Perché Auburn è forte, decisa e coraggiosa. Solo che, a causa di alcune persone a lei vicine (il cui rapporto con Auburn, secondo me, non è stato affrontato a dovere), si vede sempre in errore, come se facesse sempre qualcosa di sbagliato quando invece non è così. Ed è grazie ad Owen se la nostra bella protagonista capisce che, se vuole essere davvero felice, non deve permettere a nessuno di metterle i piedi in testa, ma deve invece mettere al primo posto se stessa, i suoi sogni, i suoi desideri, e fare di tutto pur di renderli reali, ricordandosi sempre che è umano cadere, sbagliare, farsi male; l'importante è non lasciare che la sconfitta prenda il sopravvento su tutto il resto.
Se avessi più tempo, sono sicura che lo rileggerei molto volentieri, dato che è corto e che, qualche piccolezza a parte, si legge abbastanza bene.

Voto:

Spero che la recensione vi abbia incuriosito ;). Se avete da aggiungere qualcosina, se volete (in parole povere ;)) esprimere la vostra opinione, fatevi avanti! :D
Sappiate che, comunque, adesso sono curiosa di leggere altro della Hoover (e questo è davvero un buon segno ;)).
Detto questo, oggi chiudo qui. Alla prossima! <3
Un bacione, Letizia <3

mercoledì 16 novembre 2016

WWW... Wednesday! (16.11.2016, #27)

Ciao a tutti! <3
Oggi eccomi con un nuovo WWW! *^*
Prima di cominciare, però, volevo dirvi che ho postato ben due recensioni in questa settimana appena trascorsa! Una sulla serie TV de' I Medici (che trovate QUI) e poi quella su Non so chi sei ma io sono qui di Becky Albertalli (che trovate QUI).
Detto questo, direi di cominciare col post di oggi ;).




1. What did you recently finish reading (Cosa hai finito di leggere recentemente)?


Avendo deciso di abbandonare momentaneamente La città di sabbia di Laini Taylor, perché per adesso non riesco a finirlo :/, mi sono dedicata ad una lettura più leggere, ovvero Ogni giorno della mia vita di Nicholas Sparks, che è il seguito del suo romanzo Il posto che cercavo. Devo essere sincera, il primo libro di questa duologia mi era piaciuto tantissimo (l'ho letto anni fa). Questo sequel, invece, mi ha letteralmente fatto cadere le braccia per una serie (infinita) di motivi che non sto a spiegare perché altrimenti non finirei più. Dico soltanto che mi ha deluso parecchio e che l'ho trovato piatto e vuoto :/.



2. What are you currently reading (Cosa stai leggendo al momento)?


Attualmente sto leggendo Le confessioni del cuore di Colleen Hoover. Ma... Devo ammettere che per adesso non mi sta piacendo particolarmente. Poi però vedremo come andrà in seguito ;).
Dovete capire che per questa autrice ho una specie di avversione: non è che la detesti, tutt'altro, è solo che spesso faccio fatica ad apprezzare le sue storie, forse perché non riesco a calarmi bene nei personaggi o che so io :/. Comunque, spero che almeno si riveli una lettura piacevole u.u



3. What do you think you'll read next (Cosa pensi di leggere dopo)?


Penso che Dreamology di Lucy Keating sarà la mia prossima lettura. Dato che in questo periodo (periodo cioè di inizio di studio matto e disperatissimo per l'uni) non ho molto tempo, cerco di leggere libri abbastanza brevi. Ecco perché la mia scelta è caduta su questo titolo. Ho letto molti pareri a favore di questo romanzo; spero che mi piaccia *^*.



Ed anche per oggi il post finisce qui! Spero che vi abbia incuriosito e che abbia ampliato un po' (?) la vostra Wish List ;). Fatemi sapere, ci conto!
A presto e grazie mille per tutto!
Un bacione, Letizia <3

martedì 15 novembre 2016

Recensione libro "Non so chi sei ma io sono qui" di Becky Albertalli

Ciao a tutti! <3
Finalmente, dopo non so quanto tempo, eccomi a parlarvi questo libro che ormai ho finito alcune settimane fa. Quindi, siccome sono in ritardo nel postare la recensione ed ho un mucchio di cose da studiare dopo, direi di cominciare subito!


Titolo: Non so chi sei ma io sono qui
Autore: Becky Albertalli
Editore: Mondadori
Prezzo: €17,00

Trama: Simon ha diciassette anni e un amore segreto per Blu, un ragazzo conosciuto on line con cui intrattiene un'intensa, tenera corrispondenza. Il loro rapporto è al sicuro finché un'email non finisce nelle mani sbagliate: quelle di Martin, il bullo della scuola, che minaccia di rivelare a tutti lo scoop dell'anno... a meno che Simon non l'aiuti a conquistare Abby, la ragazza di cui è innamorato ma che non lo degna di uno sguardo. Per proteggere il suo amore, Simon dovrà affrontare per la prima volta la paura di uscire dal guscio che ha costruito intorno a sé, trovando il coraggio di rinunciare alle proprie sicurezze per fare spazio alla bellezza e alla libertà di essere se stessi. Email dopo email, il sentimento per Blu cresce, e così la voglia di conoscersi e di far conoscere agli altri chi è davvero.

Recensione: Come dissi tempo fa, questo libro mi è piaciuto moltissimo, anche se devo ammettere che ho trovato qualche aspetto che mi ha fatto un pochino storcere il naso :/. Ma procediamo con calma, così vi spiego meglio ;).
Lo stile è fluido, scorrevole e tenero quasi, che spesso punta a fare un po' di ironia a proposito di ciò che sta succedendo, come se l'ironia e la leggerezza fossero le basi di cui ogni persona ha bisogno per affrontare almeno un po' più tranquillamente le difficoltà quotidiane.
La trama è semplice e lineare, senza troppi fronzoli o troppi avvenimenti romanzati, anche se, ad un certo punto verso la fine, devo ammettere che le cose sono cambiate improvvisamente, quasi senza alcun nesso logico, come se una bomba fosse esplosa tutt'ad un tratto e avesse cambiato non soltanto la trama, ma anche i personaggi stessi e i loro comportamenti.
Personaggi che, all'inizio della storia, sono presentati in modo fantastico: di ognuno, infatti, si riesce fin da subito ad individuare gli aspetti che lo/a rendono unico/a; fin dall'inizio si è in grado di capirli, quasi fossero amici nostri che conosciamo da una vita intera; ci sembrano familiari, persone con cui abbiamo condiviso tutta una vita. E questo anche grazie al fatto che la storia è narrata in prima persona, dal punto di vista di Simon. Poi però, all'improvviso, come già spiegato nella trama, i personaggi diventano quasi l'opposto delle persone che abbiamo conosciuto all'inizio del libro (o almeno, a me è sembrato così), quasi come se non c'entrassero più niente in tutta la faccenda.
Questo fatto tocca anche il personaggio di Simon, ma almeno per il suo cambiamento c'è una spiegazione: deve affrontare diversi problemi (che non scrivo perché non voglio fare spoiler - alcuni alcuni dei quali richiedono da lui una dose di coraggio che non aveva mai mostrato prima), che lo portano a cambiare e allo stesso tempo a maturare, a crescere, facendolo diventare una persona quasi completamente diversa alla fine della storia.
Qualcuno, leggendo alcune recensioni, ha definito questa storia "di formazione". Ed io non posso che trovarmi d'accordo. Perché questa è la storia di Simon, di un ragazzo come tanti che si trova di fronte a molti dei problemi con cui altri ragazzi tra la gioventù e l'inizio dell'età adulta si trovano a fare i conti. Ed è proprio il fatto che Simon sia uno come tanti, una persona semplice, lo rende ancora più vero e reale agli occhi dei lettori. E questa cosa mi è piaciuta tantissimo *^*.
Altra cosa che ho amato sono stati i temi trattati: non soltanto l'omosessualità e l'omofobia, ma soprattutto il coraggio di cercare di essere se stessi. Questo è uno dei temi che ho sempre amato, fin da quando ho iniziato ad essere una lettrice compulsiva/cronica, e lo amo ancora di più quando trovo un libro in cui è trattato bene. Al contrario degli altri temi citati (che secondo me sono stati trattati con un pochino troppa leggerezza, nonostante l'ironia che ho apprezzato molto), quello del cercare di essere se stessi è affrontato alla perfezione, e lo si vede dalla prima all'ultima pagina: si nota la crescita di Simon, come si nota anche il fatto che provare ad essere se stesso per lui non soltanto è uno sforzo, ma anche una specie di battaglia contro i propri dubbi, che alla fine riesce a vincere.
Una lettura piacevole e scorrevole, molto molto dolce, che rileggerei volentieri se avessi più tempo (ovvero meno cose da fare, ahahah ;)).

Voto:

Spero che la recensione, benché un po' più breve rispetto al solito, vi abbia incuriosito ;).
Fatemi sapere, ci conto! A presto e grazie per tutto! <3
Un bacione, Letizia <3

sabato 12 novembre 2016

Recensione serie TV "I Medici (stagione 1)"

Ciao a tutti! <3
Ebbene sì, al sottoscritta questa settimana (cioè martedì) ha finito di vedere questa serie trasmessa su Rai 1 dal 18 ottobre all'8 novebre 2016, seguendola con grande ardore e decidendo, alla fine, di farne la recensione per condividere il proprio parere (e i tanti scleri, ma questo ormai è scontato, ahahah ;)). Quindi, mettetevi comodi u.u


Titolo: I Medici
Genere: Drammatico, storico
Stagioni: 1 (la seconda è stata annunciata)
Episodi: 8 (prima stagione)
Anno: 2016 - in produzione

Trama: La serie, ambientata nell'Italia del XV secolo (Firenze soprattutto), è incentrata sulla storia della famiglia dei Medici: protagonista è Cosimo de' Medici che, dopo la morte del padre, nel 1434 viene eletto gonfaloniere della città di Firenze, andando a costituire una signoria. Si alternano costantemente scene del presente (in cui Cosimo è il membro più autorevole della famiglia Medici ed ha molti avversari politici di cui doversi occupare, oltre a tenere insieme la propria famiglia) e scene del passato (che mostrano Cosimo ed il suo rapporto col padre Giovanni, grazie al quale Cosimo ha viaggiato molto tra Firenze e Roma, imparando l'arte dell'essere banchiere).

Recensione: Partiamo subito dal fatto che aspettavo questa serie con ansia da quando hanno fatto vedere il trailer la prima volta in TV mesi e mesi fa ormai (benedetta sia quella sera u.u *^*). Proprio a causa di questo, mi aspettavo molto. E, devo davvero ammetterlo, sono stata ben ricompensata (anche se ci sono comunque delle piccole osservazioni che ho da fare, ahahah, ma va beh ;)).
Ma partiamo per ordine e cerchiamo di fare un discorso serio (prima di passare allo sclero, ovviamente u.u).
Come già si capisce dal titolo e dalla trama, la serie si ambienta nella Firenze del XV secolo, un ritorno al passato che ogni tanto male non fa, soprattutto per chi ama questo periodo storico e ciò che vi accadde. Una Firenze che è stata ricostruita al computer, pur di rendere l'ambiente il più verosimile possibile. In generale, hanno fatto un buon lavoro, anche se contiene qualche pecca, soprattutto sulla disposizione di edifici storici, come mettere la basilica di San Lorenzo accanto a Palazzo Vecchio (della serie che, appena l'ho visto, ho pensato: "Ma che diamine hanno fatto?!). Comunque, piccolezze (?) a parte, si nota che molte delle scene sono state girate in molti borghi medievali toscani (e la sottoscritta, essendo toscana, ne va molto fiera u.u *^*).
Passando al cast, devo ammettere che hanno fatto un ottimo lavoro: Dustin Hoffman (per Giovanni de' Medici), Richard Madden (per Cosimo de' Medici), Annabel Scholey (per Contessina de' Bardi), Stuart Martin (per Lorenzo de' Medici - fratello di Cosimo), Guido Caprino (per Marco Bello), Alessandro Sperduti (per Pietro de' Medici), Valentina Bellè (per Lucrezia Tornabuoni), Alessandro Preziosi (per Filippo Brunelleschi) e tanti altri interpreti. Credo proprio che, tra attori stranieri ed italiani si sia creata la giusta intesa per lavorare al meglio: ho avuto la netta sensazione che ognuno di loro abbia dato il suo massimo, riuscendo in pieno nel proprio lavoro (col risultato, cioè, di avermi fatta diventare matta per questa serie, ma shhh ;)).
A livello di regia, beh... Non saprei come descrivere il mio apprezzamento per come Sergio Mimica-Gezzan (il regista) abbia girato le scene. Ciò che mi ha colpito di più, poi, è stato soprattutto l'uso della luce, per valorizzare al massimo i luoghi e le espressioni degli attori *^*.
Non posso neppure negare il mio apprezzamento più che spassionato per le musiche di Paolo Buonvino, utilizzate come soundtrack. Voglio dire, avevo gli occhi a cuoricino ogni volta che sentivo partire la musica (della serie "Leti ripigliati che è meglio")!
Bene, dopo questi punti, direi che posso passare allo sclero vero e proprio u.u
Nonostante alcune incongruenze storiche tra la realtà e ciò che accade nella serie, ho amato ogni secondo, senza se e senza ma: i luoghi, gli intrighi politici, il forte legame che lega ogni componente della famiglia de' Medici; l'aver messo come temi di fondo l'amore, l'amicizia, la lealtà e la fedeltà (che, a mio parere, oggigiorno stanno purtroppo scomparendo :/). Soprattutto, ho amato come sono stati costruiti i personaggi (i miei bambini *^*).
Ogni figura che ci viene presentata (e, di conseguenza, presa in analisi fin nel profondo) è costruita davvero molto bene. Tutti i personaggi, infatti, hanno una forza d'animo e di carattere non indifferente; una forza che riescono a tirare fuori nei momenti peggiori, per non lasciarsi sopraffare e portare a compimento i propri obiettivi.
Uno dei personaggi che ho amato più di tutti (ma posso tranquillamente definirla come la mia preferita *^* - LA MIA BAMBINA BELLISSIMA *^*) è stato sicuramente Contessina de' Bardi, moglie di Cosimo. Forte, decisa, di polso, in ogni situazione riesce sempre ad uscire con la propria dignità in piedi, nonostante le difficoltà riesce costantemente a restare in piedi, servendosi delle sue sole forze e diventando col tempo la forza stessa di Cosimo (che col tempo, nonostante la freddezza dei primi periodi del loro matrimonio, impara ad amarla).
Io... Ho amato tutto quanto di questa serie, non riesco ad aggiungere altro in più. E non vedo l'ora che arrivi la seconda stagione che, grazie al cielo, è stata già annunciata! *^*

Voto:

Consigliata a chi ama gli intrighi, le ambientazioni storiche, la passione e l'atmosfera dell'epoca *^*,
Spero che la recensione vi abbia incuriositi (anche perché secondo me la storia merita moltissimo *^*).
A presto e grazie mille per tutto! <3
Un bacione, Letizia <3

mercoledì 9 novembre 2016

WWW... Wednesday! (09.11.2016, #26)

Ciao a tutti! <3
Nuovo venerdì, nuovo post per il nostro WWW tutto per voi! *^* Che sto anche scrivendo di corsa e in ritardo (?) perché sono da poco tornata a casa dall'uni ed ho un impegno dopo cena. Lo so, devo ancora postare la recensione di Non so chi sei ma io sono qui, (però almeno ho postato quella sui due libri della Rayen che trovate QUI *^*) ma... Diciamo che tra università e vita privata che inzia a darmi finalmente delle gioie, non è che abbia poi chissà quanto tempo a disposizione come avevo sperato (ed è anche per questo motivo che il mio WWW non è cambiato minimamente dalla volta scorsa :/). Comunque... Bando alle ciance e cominciamo!



1. What did you recently finished reading (Cosa hai finito di leggere recentemente)?


Purtroppo la situazione è questa: non sono riuscita a finire neppure un libro in questa settimana :/. Ed ora che ho tantissime cose da studiare (mettiamoci anche il ragazzo, poverino sennò), non ho proprio idea di come far quadrare tutte le cose. Probabilmente i miei ritmi di lettura rallenteranno :/. Però non è ancora detta l'ultima parola, ahahah ;). Vedremo come andrà più avanti u.u



2. What are you currently reading (Cosa stai leggendo al momento)?


La città di sabbia di Laini Taylor. Sempre questo dalla scorsa settimana, e non è che abbia fatto poi chissà quanti progressi :(. Spero di rimettermi in pista presto ;).



3. What do you think you'll read next (Cosa pensi di leggere dopo)?


Sogni di mostri e divinità di Laini Taylor rimane ovviamente la scelta per la prossima lettura ;). Voglio capire come andrà a finire il tutto!!!!! *^*



E anche il post di oggi si conclude qui ;).
Avete delle opinioni al riguardo? Sia per i libri letti che per quelli futuri? Fatemi sapere, vi ascolto volentieri! <3
Grazie ancora per tutto e a presto, Letizia <3

martedì 8 novembre 2016

Recensione serie "Starcrossed" di Leisa Rayven (parte 1)

Ciao a tutti! <3
Come promesso, eccomi qui a parlare della prima parte di questa serie. Quindi, siccome oggi non ho molto tempo, direi di cominciare subito! ;)


Titolo(i): Cancella il giorno che mi hai incontrato (#1), Puoi fidarti di me (#2)
Autore: Leisa Rayven
Editore: Fabbri
Prezzo(i): €15,90 (#1), €15,90 (#2)

Trama: Cassandra e Ethan. Quando sono sul palco insieme, a nessuno sfugge l'attrazione e la potente alchimia che si sprigiona tra loro appena si sfiorano o si guardano negli occhi. Una passione che toglie il respiro, davanti alla quale è impossibile restare indifferenti. Tanto che all'Accademia d'Arte di New York vengono scelti come protagonisti per lo spettacolo di fine anno, Romeo e Giulietta, la storia d'amore più famosa di tutti i tempi. Però, una volta calato il sipario e smessi gli abiti di scena, il rapporto tra Ethan e Cassandra si rivela complicato e ingestibile. Lei è la classica brava studentessa, timida, ingenua e sempre pronta ad assecondare il prossimo pur di farsi accettare. Ethan invece è bello e dannato, con un volto da angelo ribelle a cui nessuna ragazza può resistere. Lasciarsi sembra l'unica soluzione per continuare a sopravvivere, anche se il dolore è devastante, soprattutto per Cassandra. Rimasta sola a New York, deve ricominciare da zero partendo proprio da se stessa e dal suo cuore tradito, mentre Ethan, baciato dal successo, è in tournée in giro per l'Europa. Anni dopo, scritturati di nuovo per interpretare una coppia di amanti, Cassandra e Ethan si ritrovano sul palco ad affrontare i demoni del loro passato e il fuoco di quella passione che, nonostante il tempo, non ha mai smesso di ardere. Ma può un amore così intenso e lacerante finire davvero?

Recensione: Io... Proverò ad essere breve, anche se non sono sicura di cosa uscirà da questa recensione (tanti scleri a parte - quelli ormai sono assicurati u.u).
Partendo dalla parte tecnica, devo dire che lo stile, pur essendo semplice e molto fluido, riesce costantemente a creare un crescendo di emozioni e sensazioni che culminano sempre col botto. Le immagini che descrive, le parole che usa, tutto è talmente semplice e potente al tempo stesso che lascia completamente a bocca aperta.
La trama in sé non è poi così complicata. Il suo punto di forza è il fatto che il suo centro non è tanto il come nasce la loro storia, quanto la relazione stessa tra i due protagonisti, Cassie e Ethan, e ciò che fa provare ad entrambi, nel bene e nel male.
Le vicende sono presentate in prima persona, dal pov di Cassie. E, benché il personaggio e le vicende di Ethan siano viste da un filtro (?) femminile, tutto è costruito alla perfezione.
E adesso, miei cari, mettetevi comodi, perché inizia lo sclero, dato che la sottoscritta inizierà a parlare dei personaggi (che cosa bellissima *^*).
Devo essere mooolto sincera: credo che Ethan e Cassie siano due figure costruite a regola d'arte, nel senso che sono umani, normali, dalla punta dei capelli a quella dei piedi: le loro ansie, le loro preoccupazioni, i loro dubbi, le loro paure, i loro sentimenti sono sentimenti di tutti i giorni, in cui ogni persona (in questo caso, lettore) può ritrovarsi, chi più chi meno u.u
Dei due, Cassie è la parte più forte: fin da subito, nonostante l'insicurezza, mostra la sua forza di volontà, il suo cercare costantemente di dare e fare il massimo, pur di tenere in piedi le persone e le cose a cui tiene, affrontando tutto di petto, cercando sempre di trovare la soluzione più adatta.
Ethan, al contrario, ha talmente tanta poca stima di se stesso che ha costantemente paura di mandare fumo ogni cosa: ha paura di rovinare sempre tutto, non si sente mai adatto a niente e, soprattutto ha paura ad affrontare se stesso, a combattere contro ciò che l'ha reso la persona che è.
Poi però le cose si capovolgono. E i ruoli dei due si trovano invertiti: Ethan è quello forte e sicuro di sé, Cassie invece è distrutta e non sa come uscire dal suo mondo fatto di muri.
Io... Devo ammettere che ho amato il loro rapporto, dalla prima all'ultima pagina *^*. Non soltanto per la perenne tensione fisica che lega i due baldi giovani, ma soprattutto per il fatto che si danno una mano a vicenda per far ripartire la propria vita. Sono l'una la forza dell'altro, costantemente: hanno bisogno di stare insieme perché solo così si sentono capaci di affrontare i problemi, di vivere completamente anche le brutte esperienze. Nessuna ragazza potrebbe mai sostituire Cassie per Ethan, come nessun ragazzo potrebbe mai essere Ethan per Cassie. Sono le due metà di una conchiglia, unica e bellissima nel suo genere. Trovano il senso alle loro giornate soltanto nell'altro.
Ed io li amo immensamente, perché nonostante i problemi, le paure, il dolore, si amano immensamente, con ogni fibra del loro essere. E, boh, sono i miei bambini!!!!!! *^* E guai a chi prova a dividerli u.u (minaccia rivolta all'autrice, se mai decidesse di scrivere qualcos'altro su questi due amori bellissimi ;)).
Ed è appunto legata ai personaggi la parte che più ho apprezzato di questa duologia: la crescita che Cassie ed Ethan compiono, insieme, passo dopo passo, verso la versione migliore di loro stessi, superando gli ostacoli con il coraggio che serve per vivere.
Semplicemente bellissimo *^*.

Voto:

Consigliato a chi vuole leggere una storia romantica (ma romantica come si deve eh u.u), a chi vorrebbe sognare qualcosa fatto di drammi e cuoricini svolazzanti, ahahah ;).
A presti carissimi, spero che la recensione vi abbia incuriosito! *^*
Un bacione e grazie di tutto, Letizia <3

mercoledì 2 novembre 2016

WWW... Wednesday! (02.11.2016, #25)

Ciao a tutti! <3
Ebbene sì, finalmente, dopo più di due lunghe settimane d'assenza, eccomi qui a inondarvi ancora una volta con i miei scleri. 


Insomma, ho finito il mio progetto (ecco perché mi vedete nuovamente attiva)!!!! E spero di potervene parlare il prima possibile *^*.
Altra cosa: sabato 29 ottobre sono stata al Lucca Comics e sul canale ho postato il vlog della giornata (che trovate QUI; spero vi piaccia! <3).
E... Lo so, ho postato soltanto una recensione (che trovate QUI) da quando mi sono presa questa pausa (?), e mi dispiace :/. Però vi prometto che da questo punto di vista sarò più attiva adesso, per il semplice fatto che molti dei libri che ho adesso nella TBR sono stand alone (viva gli stand alone!!!!).
Ma andiamo oltre e cominciamo questo WWW, così vi parlo delle mie ultime letture ;).



1. What did you recently finished reading (Cosa hai finito di leggere recentemente)?


Cancella il giorno che mi hai incontrato di Leisa Rayven è stato il primo che ho finito in questo periodo di pausa u.u E... Cavolo, devo ammettere che si è dimostrato essere un romanzo d'amore con i fiocchi ed i controfiocchi *^*. Insomma, i due personaggi principali sono kajfkjabfkjsbfkjsb l'amore immenso, e boh, non trovo altre parole per esprimere i miei scleri *^*.
Scleri che hanno investito anche il secondo libro che ho concluso, ovvero La chimera di Praga di Laini Taylor, primo della trilogia omonima. E... Mamma mia!!!!!! L'ho amato immensamente!!!!! Giuro, mi sono lasciata completamente avvolgere dalla trama, dallo stile e dai personaggi. E' stato fantastico! Soprattutto la coppia principale, che è diventata una delle mie OTP, una delle coppie più belle di cui abbia mai letto *^*. Ho amato questo romanzo alla follia. Chi di voi non l'ha ancora letto, non sa che cosa si sta perdendo u.u
Passando al terzo libro concluso giusto lunedì, Puoi fidarti di me di Leisa Rayven (il seguito di Cancella il giorno che mi hai incontrato), posso dirvi che mi è piaciuto molto, anche se un pochino meno del primo. Avrete presto la recensione in cui parlo di entrambi u.u
Come avrete presto anche la recensione di Non so chi sei ma io sono qui di Becky Albertalli, che ho iniziato e finito oggi (è molto breve). E... Cosa non è questa piccola perla?!?!?! Ho amato la dolcezza e la delicatezza con cui l'autrice ha affrontato il tema dell'omosessualità tramite le vicende del nostro protagonista, che vive sulla propria pelle la difficoltà di essere se stesso. Io... Giuro che quando ho voltato l'ultima pagina, sono rimasta con un sorriso ebete sul viso (e chi se ne frega delle persone che mi guardavano male sul treno u.u).



2. What are you currently reading (Cosa stai leggendo al momento)?


La città di sabbia di Laini Taylor, secondo capitolo della trilogia de La chimera di Praga. Sono solo al primo capitolo, e già non vedo l'ora di sapere come andranno le cose (perché questa storia è sofferenza, ma è una sofferenza che dà tantissimo lo stesso ai lettori *^*).



3. What do you think you'll read next (Cosa pensi di leggere dopo)?


Sicuramente Sogni di mostri e divinità di Laini Taylor. Voglio concludere la trilogia il prima possibile, così posso parlarvene a volontà in una futura recensione! *^*



E anche il post di oggi si conclude qui ;).
Avete delle opinioni al riguardo? Sia per i libri letti che per quelli futuri? Fatemi sapere, vi ascolto volentieri! <3
Grazie ancora per tutto e a presto, Letizia <3